Comunicazione. L’Emilia-Romagna racconta l’Europa, storie di vita, di lavoro e di studio: alla campagna della Regione sui beneficiari delle risorse europee il premio della Commissione Ue

La Regione, con ‘L’Europa è QUI’ prima classificata al concorso sulla narrazione dell’impatto dei Fondi europei sui territori. Gli assessori Colla e Schlein: “Sono loro i vincitori, nostro l’impegno per coinvolgerli e sostenerli nell’utilizzo delle risorse, guardando al futuro dopo la pandemia per una ripartenza sostenibile”

Bologna - Come raccontare cosa fa l’Europa per l’Emilia-Romagna? Dando la parola a chi ha realizzato nuovi progetti di vita, lavoro e studio, con ricadute positive per tutta la comunità regionale grazie alle risorse dei Fondi europei quali i Programmi operativi regionali Fesr, Fse e Interreg. Una strategia vincente che integra il punto di vista e il ruolo della pubblica amministrazione con la testimonianza e la voce dei beneficiari delle risorse europee:imprenditori, ricercatori, professori universitari e dottorandi, enti locali, centri di ricerca, università, destinatari dei corsi di formazione.

Tante voci, una grande varietà di esperienze, diversi linguaggi e prospettive per un unico messaggio, forte e chiaro: l’Europa è qui, in Emilia-Romagna. E proprio grazie a questo cambio di prospettiva, il progetto L’Europa è QUI si è classificato primo al premio Inform Communication Awards 2020 organizzato dalla Commissione europea, che ha riconosciuto il valore di un racconto corale ricco di coraggio, entusiasmo e voglia di ripartire.

Il riconoscimento alla Regione è stato assegnato dalla Direzione Generale Politica regionale e urbana della Commissione europea, a fine novembre nell’ambito dell’incontro annuale dedicato al tema della comunicazione, che coinvolge rappresentanti degli Stati membri e delle Regioni puntando a valorizzare la capacità di comunicare i Fondi europei in modo diretto ed efficace. A determinare la vittoria è stata proprio la capacità della Regione di coinvolgere i beneficiari, evidenziando che tutti sono vincitori quando si riesce a trasmettere l’impatto positivo dell’Europa sul territorio.

“Questo riconoscimento ci fa particolarmente piacere perché è frutto di un lavoro condiviso con i beneficiari dei fondi europei, che tutti i giorni sperimentano con mano la presenza tangibile e inclusiva dell'Europa sul territorio regionale” -commenta il premio europeo Elly Schlein, vicepresidente della Regione Emilia-Romagna e assessore al Contrasto alle disuguaglianze e transizione ecologica-. “Aver coinvolto quest’anno nel concorso regionale anche i beneficiari dei Programmi Interreg offre una visione più ampia della capacità dell’Emilia-Romagna di rispondere in modo ancor più efficace alle nuove sfide che si delineano all’orizzonte, a partire dai cambiamenti climatici e dalla necessità di perseguire uno sviluppo sostenibile”.

“Il segreto del successo di questa iniziativa nasce dalla incredibile forza di volontà di imprenditori, ricercatori, destinatari dei corsi di formazione e dottorandi, persone che fanno grande la nostra Regione” -afferma Vincenzo Colla,assessore regionale allo Sviluppo economico e green economy, lavoro e formazione-. “Il nostro impegno nel coinvolgere i beneficiari dei Fondi europei rientra nel modello partecipativo che vede i cittadini protagonisti in un confronto costante e proficuo sulle politiche regionali. Ora più che mai, dobbiamo lavorare insieme per guardare oltre la pandemia e impostare una ripartenza in sicurezza, senza lasciare indietro nessuno”.

Il progetto premiato
Strutturato come concorso regionale per testimoniare l’Europa in Emilia-Romagna, L’Europa è QUI ha ricevuto 114 candidature, un numero elevato considerando le difficoltà causate dalla pandemia in corso. Tra i partecipanti ci sono laboratori di ricerca e imprese che hanno sviluppato progetti innovativi anti-contagio per contrastare la pandemia da Covid-19, come sistemi di sanificazione innovativi e piattaforme digitali di gestione del personale sanitario. Giovani allievi di corsi di formazione che sono diventati tutor e poi insegnante nel medesimo corso; c’è chi unisce storia, cultura e tecnologia, progettando sistemi di realtà virtuale e aumentata per visitare musei e monumenti; c’è chi prepara futuri primi ballerini, attori e cantanti lirici e chi, grazie a un tirocinio, ha trovato la propria strada. Alcuni hanno scelto il fumetto per mostrare le ultime frontiere della ricerca medica, mentre altri spiegano con brevi video come hanno sviluppato tecnologie per ridurre l’impatto sull’ambiente, uno dei temi più ricorrenti, con sistemi per catturare e ridurre la CO2, applicazioni per conoscere il livello di inquinamento atmosferico, reti di trasporto intermodale, monitoraggio delle risorse naturali.

Il concorso L’Europa è QUI è stata candidato all’Inform Communication Awards 2020 con un video pitch, interamente autoprodotto e focalizzato sul modello partecipativo attuato dalla Regione.

La call to action del progetto prevedeva la partecipazione a un concorso, terminato di recente. I materiali candidati – video, Instagram stories, infografiche, foto, racconti, fumetti e poster – restituiscono un racconto corale delle molte opportunità che i Fondi europei offrono a cittadini e imprese. Nelle prossime settimane il progetto continuerà con la premiazione del concorso e con una campagna di comunicazione sui fondi europei in Emilia-Romagna, di cui saranno protagoniste le testimonianze dei beneficiari.

Tutti i materiali raccolti sono disponibili sul portale della Regione, nella sezione dedicata al concorso L’Europa è QUI.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/12/02 16:05:00 GMT+2 ultima modifica 2021-05-14T09:09:26+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina