Cultura. Fondi, spazi e formazione: ‘Bologna Game Farm’ per avviare progetti di sviluppo nel settore videogiochi. Al via la call per imprese, liberi professionisti e associazioni

L’incontro oggi, 13 luglio alle 19,30 alle Serre dei Giardini. Bando da 120mila euro: le domande entro il 22 ottobre

 

Bologna- Un’opportunità per misurarsi nel mondo dei videogiochi per imprese, liberi professionisti e associazioni. Viene presentato questa sera a Bologna alle Serre dei Giardini Margherita, Bologna Game Farm, un programma di accelerazione e accompagnamento su misura per lo sviluppo di quattro progetti di videogiochi.

Si tratta di un’azione pilota promossa da Regione Emilia-Romagna e Comune di Bologna, coordinata da IncrediBOL! e ART-ER, Attrattività Ricerca Territorio e realizzata, in collaborazione con IIDEA - Italian Interactive & Digital Entertainment Association. Il bando mette a disposizione 120mila euro complessivi.

L’appuntamento, alle 19.30, sarà utile per approfondire i dettagli del bando stesso. La finalità è quella di rafforzare la capacità manageriale e imprenditoriale del settore in regione: un obiettivo maturato dopo un lungo lavoro di ascolto e monitoraggio delle opportunità ed esigenze degli sviluppatori, non solo regionali.

Nel 2020 il mercato dei videogiochi ha registrato una performance storica generando un giro d’affari di 2 miliardi e 179 milioni di euro con una crescita del 21,9% rispetto al 2019. In particolare, in Emilia-Romagna la situazione del settore dei videogames è molto florida con molte realtà già presenti sul mercato e dal 2016 questo settore rientra, nel contesto del supporto alle Industrie Culturali e Creative, nelle strategie di sviluppo regionale da cui sono derivati negli anni molteplici interventi istituzionali a supporto degli sviluppatori.

Il bando

I benefici messi a disposizione della call aperta ad imprese, liberi professionisti, studi associati e associazioni, sono costituiti da un mix di strumenti e servizi destinati ai vincitori: un contributo fino a 30mila euro a fondo perduto; un anno negli spazi di coworking de Le Serre di ART-ER ai Giardini Margherita; attività di formazione, matching, mentorship, tutoraggio e accompagnamento per la commercializzazione di prodotti finiti e giocabili, nonché l’ingresso e il posizionamento sul mercato nazionale e internazionale. Le domande entro il 22 ottobre./CL

Informazioni sul sito: www.bolognagamefarm.com | incredibol@comune.bologna.it.

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/07/13 13:02:00 GMT+2 ultima modifica 2021-07-20T09:51:50+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina