Cultura. Viralissima, ultimo appuntamento con la Doctor Dixie Jazz Band su Lepida Tv , Sky e sul web, domenica 28 febbraio alle 21. L’assessore Felicori: “Una formazione storica per mantenere il contatto col pubblico”

Il concerto è stato registrato nella nota cantina di via Cesare Battisti a Bologna e verrà presentato dal regista (ed ex musicista) Pupi Avati

Bologna - Un concerto di alto livello per l’ultimo appuntamento di Viralissima Jazz. Sarà la Doctor Dixie Jazz Band, la più longeva formazione di jazz tradizionale, ad andare in onda  domenica 28 febbraio alle ore 21 su LepidaTV, canale 118 del digitale terrestre e 5118 di Sky, oltre che sul sito www.lepida.tv e sui YouTube LepidaTV OnAir e sul YouTube di ERCreativa, nell’ambito del progetto dell’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna  e Ater Fondazione, realizzato in collaborazione con la stessa LepidaTV.
Il concerto, registrato il 24 febbraio da Sonne Film nella storica cantina di via Cesare Battisti a Bologna, verrà presentato dal regista Pupi Avati, che suonò il clarinetto nella band dal 1959 al 1962 anche insieme al compianto Lucio Dalla.

“Continuiamo a reagire alla pandemia proponendo ottima musica, supportando i nostri eccellenti artisti e mantenendo un legame con il pubblico- ha commentato l’assessore regionale alla Cultura, Mauro Felicori-, nella speranza che al più presto si possa tornare nei teatri e nei cinema per vivere gli eventi dal vivo e in tutta sicurezza. Questa Band rappresenta molto per la storia della musica della città di Bologna, ci riporta un affresco di quegli anni in cui la città era protagonista di un fermento creativo e musicale in grado di attrarre musicisti internazionali. Il regista Pupi Avati, che fece parte della storica formazione da giovanissimo e che ha raccontato nei suoi film l’atmosfera di quegli anni, è la persona più adatta per presentarla. Lo ringraziamo per la sua partecipazione, in un momento in cui la cultura necessita di tutti i sostegni possibili per rilanciarsi e guardare al futuro”.

La band
Con i suoi 69 anni alle spalle, la Doctor Dixie Jazz Band è di fatto la più longeva e appassionata formazione italiana di jazz tradizionale, tra le poche sempre attive nel panorama nazionale e non solo.
L’energica formazione, capitanata da Checco Coniglio (trombone), si è esibita a porte chiuse all’interno della cantina Doctor Dixie di via Cesare Battisti 7/B, dove sono passati nei decenni centinaia di musicisti tra cui Paolo Conte, Renzo Arbore, Gerry Mulligan, Bob Wilber. Nella formazione attuale Teo Ciavarella al piano, Piero OdoriciAndrea Scorzoni e Francesco Milone ai saxStefano Donvito al basso elettrico e Umberto Genovese alla batteria.Alcuni brani sono stati interpretati dalla splendida voce di Valentina Mattarozzi, mentre Guido Guidoboni ha eseguito “Over the Rainbow” con l’armonica a bocca.
La mitica band bolognese è stata anche raccontata dal regista Pupi Avati che nel 1978 realizzò “Jazz Band”, uno sceneggiato televisivo di tre puntate andato in onda su Rai1. Il film, ambientato nel capoluogo emiliano degli anni Cinquanta, con il personaggio del clarinettista Giuseppe racconta la storia della Criminal Jazz Band, che altro non è che la Doctor Dixie Jazz Band e apre una finestra narrativa su quella che è stata "l'altra vita" di Pupi Avati, quando, prima di intraprendere la carriera cinematografica, cercò di affermarsi come musicista. /CL

 

In allegato la storia della Dottor Dixie Jazz Band

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/02/27 15:47:00 GMT+2 ultima modifica 2021-05-14T09:05:18+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina