Difesa del suolo. Terminati i lavori messa in sicurezza dell’abitato di Mazzalasino nel Comune di Scandiano (Re) colpito da una frana

Finanziato dalla Regione un intervento da 140mila euro per completare il contenimento del dissesto e mettere in sicurezza il paese

Bologna - La frazione di Mazzalasino nel Comune di Scandiano (Re) è ora al riparo dai rischi di frane. Sono terminati, lungo la valle del Torrente Tresinaro, i lavori di consolidamento del dissesto che nel 2015, colpì il centro abitato con una colata di argilla minacciando cinque abitazioni e sconvolgendo l’alveo del rio, che attraversa la piccola località del reggiano, pregiudicandone l’efficienza.
Le opere, del valore di 140mila euro, hanno completato gli interventi, già realizzati negli anni scorsi, ampliando la struttura di contenimento e rafforzando il versante.
Il cantiere, finanziato dalla Regione e realizzato dal servizio di Reggio Emilia dell’Agenzia per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile, fa parte degli interventi urgenti per ripristinare i danni causati dal forte maltempo che colpì l’Emilia-Romagna a maggio 2019.

Le opere realizzate

Ai numerosi interventi messi a punto fin dal primo momento dai tecnici dell’Agenzia regionale per contrastare la frana a “colata rapida” - un fenomeno particolarmente pericoloso anche per la sua ripetitività - e ritornare alle condizioni di sicurezza per case e persone, sono seguiti nel 2019 i lavori sulla struttura di contenimento.
A 200 metri di quota è stata realizzata una paratia con pali del diametro di un metro, profondi oltre 8 metri e collegati in testa da una trave in cemento armato per controllare il materiale franoso della parte alta del versante che già svolgeva un effetto di contenimento.
L’ulteriore finanziamento ha permesso di portare a termine e completare l’opera. Con gli ultimi lavori si è intervenuti sulla paratia di sostegno allungandola verso sud e sono stati inseriti tiranti di ancoraggio. Sopra la trave di collegamento sono stati formati diversi ordini di gabbioni, mentre al di sopra della trave è stata realizzata una struttura costituita da tre ordini di gabbioni per un’altezza di tre metri.
Infine, ha completato l’opera la rimodellazione del materiale instabile sul versante e la regolazione delle acque superficiali.

Tutte le informazioni sui lavori in corso in Emilia-Romagna per la sicurezza del territorio si possono seguire sul sito: https://www.regione.emilia-romagna.it/territoriosicuro. /red

 In allegato, foto dei lavori 

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/06/30 14:33:00 GMT+2 ultima modifica 2021-07-20T09:53:06+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina