L’assessore Colla condanna le violenze contro i lavoratori della Fedex-Tnt: “Episodi inaccettabili per un Paese democratico, urgente un confronto ministeriale”

La Regione sulle aggressioni nel lodigiano: “Nulla può giustificare atti di violenza sui lavoratori che stanno manifestando. Le rivendicazioni non possono diventare problemi di ordine pubblico”

 

Bologna – “Nulla può giustificare atti di violenza sui lavoratori che stanno manifestando. Le rivendicazioni non possono diventare problemi di ordine pubblico”.
Così l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Vincenzo Colla, che ha voluto esprimere condanna per le aggressioni ai lavoratori licenziati dalla Fedex-Tnt di Piacenza, mentre si trovavano in presidio fuori da una ditta del lodigiano.

“Ribadiamo l’urgenza della convocazione di un tavolo ai Ministeri dello Sviluppo Economico e del Lavoro- dice Colla-, così come già richiesto da Regione, Prefettura di Piacenza e Provincia di Piacenza, al fine di ricondurre la trattativa dentro ai binari di un confronto in grado di proporre e trovare idonee soluzioni”.

“La Regione Emilia-Romagna- conclude l’assessore Colla- non accetterà mai da chicchessia atti e linguaggi intimidatori, la fotografia che esce dai fatti di Lodi è inaccettabile per un Paese democratico”. /red

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/06/11 16:39:00 GMT+2 ultima modifica 2021-07-20T09:55:07+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina