Saga Coffee. Il presidente Bonaccini, la vicepresidente Schlein e l’assessore Colla a Gaggio Montano per incontrare le lavoratrici e i lavoratori a poche ora dalla firma dell’Accordo: “Siamo a un passo dal traguardo, grazie alla vostra tenacia e all’impegno di tutti”

Presenti il sindaco della Città Metropolitana di Bologna, Matteo Lepore, e il sindaco di Gaggio Montano, Giuseppe Pucci. Alle 17 in Regione prevista la sigla dell’intesa per il rilancio del sito produttivo e la tutela dell’occupazione
25/02/2022 14:28

Bologna “Ci siamo: mancano pochi metri per raggiungere il traguardo che ci eravamo fissati. Abbiamo cercato di resistere lavorando sodo fin da subito, tutti insieme, in tutte le sedi, in modo pubblico e riservato. Abbiamo coinvolto il Governo nazionale e la Commissione europea. Oggi chiuderemo una vicenda che deve essere d’esempio per la soluzione individuata e di monito per investimenti speculativi volti al solo profitto, senza dare valore al lavoro e alla comunità”.

Così il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, in tarda mattinata davanti alla Saga Coffee di Gaggio Montano, sull’Appenino bolognese, dove ha incontrato sindacati, lavoratrici e lavoratori a poche ore dalla firma dell’Accordo per la chiusura della vertenza, che prevede il rilancio del sito produttivo e la salvaguarda l’occupazione

Proprio le lavoratrici, che sono in grande maggioranza, e i lavoratori, con il presidio tenuto aperto davanti allo stabilimento in tutti questi mesi hanno dato un contributo decisivo a mantenere alta l’attenzione sulla vicenda, battendosi per una soluzione positiva, senza fermarsi e arrendersi mai.

Con Bonaccini anche la vicepresidente della Regione, Elly Schlein, l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Vincenzo Colla, il sindaco della Città Metropolitana di Bologna, Matteo Lepore, quello di Gaggio Montano, Giuseppe Pucci.

“Con l’Accordo vogliamo centrare gli obiettivi che ci eravamo posti- ha aggiunto Bonaccini-: la continuità produttiva dell’attuale sito industriale, punto di riferimento cruciale per questo territorio, la localizzazione della produzione in questa area e la salvaguardia occupazionale, nella consapevolezza che un posto di lavoro perso in montagna ne vale dieci in pianura. Ma siamo stati anche inflessibili sulla serietà e la progettualità della proposta industriale dei nuovi investitori. Sempre insieme a voi, ai sindacati, al Comune e alla Città Metropolitana. Siamo convinti che ora ci siano tutte le condizioni per un rilancio serio, di fronte al quale la Regione farà in pieno la sua parte per garantire il sostegno necessario”.

La sottoscrizione dell’intesa è prevista alle 17 in Regione con Evoca Group, Spa, Tecnostamp Triulzi Group Srl, Minifaber Spa, Fim-Cisl, Fiom-Cgil e Rsu.
Gianni Boselli

In allegato: immagini dell’incontro

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/02/25 15:28:41 GMT+2 ultima modifica 2022-02-25T15:28:41+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina