Promozione culturale. Sostegno a progetti promossi da Comuni con oltre 50mila abitanti, la Giunta regionale approva beneficiari e risorse: un “pacchetto” complessivo da 550mila euro

Tutte e nove le proposte presentate in seguito al bando sono risultate idonee e ammessi al contributo
01/06/2022 13:05

Bologna - Dal Festival della Fotografia Europea a Reggio Emilia all’attività espositiva di Ferrara Arte, dalla Biennale del Mosaico contemporaneo a Ravenna alla Grande Festa del Liscio di Forlì. In tutto, 550mila euro di contributi spalmati su nove progetti.

È stato approvato dalla Giunta regionale l’esito del bando rivolto a Comuni con popolazione superiore ai 50mila abitanti (o alle istituzioni partecipate dagli stessi); bando, questo, che attua la legge regionale 37/1994 in materia di promozione culturale.

Erano due le tipologie di progetti ammesse: festival, mostre, manifestazioni ed eventi di rilievo nazionale, da una parte; dall’altra, progetti innovativi di promozione culturale mirati alla valorizzazione di nuovi talenti, alla promozione dell’arte contemporanea, alla valorizzazione della cultura popolare, all’inclusione e al dialogo fra culture diverse.

I progetti dovevano prevedere l’utilizzo di tecnologie e strumenti comunicativi digitali così da allargare il numero dei fruitori degli eventi e la capacità di presenza nei media.

Tutti e nove i progetti presentati sono risultati idonei e ammessi al contributo regionale.

Complessivamente sono state assegnate risorse per 550mila euro, quantificate sia sulla base della popolazione del Comune che ha proposto il progetto che sul costo dello stesso.

I Comuni promotori sono Bologna, Modena, Reggio Emilia, Ravenna, Ferrara, Forlì, Carpi, Imola, Faenza.

Alcuni dei progetti ammessi a contributo riguardano manifestazioni consolidate, come il Festival della Filosofia per Modena o quello della Fotografia Europea a Reggio Emilia, l’attività espositiva di Ferrara Arte, la Biennale del Mosaico a Ravenna, la rassegna Imola in musica. Bologna e Faenza propongono due mostre, The Floating Collection al MAMbo (Museo d’Arte Moderna di Bologna) e Galileo Chini al Museo Internazionale della Ceramica di Faenza. La Festa del Racconto di Carpi e La Grande Festa del Liscio di Forlì completano l’elenco.

I progetti sostenuti

Il Comune di Bologna, tramite l’Istituzione Bologna Musei, ha presentato il progetto per la mostra The Floating Collection / La collezione fluttuante (contributo assegnato 82mila euro); il Comune di Modena, con il Consorzio per il Festival Filosofia, ha candidato il progetto Festival Filosofia (contributo 82mila euro); il Comune di Reggio Emilia, tramite la Fondazione Palazzo Magnani, ha presentato il progetto del Festival Fotografia Europea 2022 - XVII edizione, “Un’invincibile estate” (contributo 82mila euro); il Comune di Ravenna, con l’Istituzione Museo d’Arte della città di Ravenna (Mar), ha candidato RavennaMosaico - Biennale di Mosaico Contemporaneo, VII edizione (contributo 82mila euro); il Comune di Ferrara, con la Fondazione Ferrara Arte,  ha presentato Arte a Ferrara: tra identità locale e cultura internazionale (contributo 64mila euro); il Comune di Forlì ha candidato il progetto Cara Forlì - La Grande Festa del Liscio, edizione 2022 (contributo 41mila euro); il Comune di Carpi ha presentato il progetto Festa del racconto 2022 - XVII edizione (contributo 45mila euro); il Comune di Imola ha candidato Imola in musica (contributo 27mila euro); infine, il Comune di Faenza, tramite la Fondazione Mic (Museo Internazionale della Ceramica di Faenza), ha presentato il progetto della mostra Galileo Chini (contributo 45mila euro).

Chiara Vergano

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/06/01 13:05:12 GMT+2 ultima modifica 2022-06-01T13:05:12+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina