Bilancio. La Regione a fianco dei piccoli Comuni che si trovano in situazioni di squilibrio finanziario: approvato dall’Assemblea legislativa il progetto di legge varato dalla Giunta regionale. Previsto un Fondo finanziato per il triennio 2022-2024 con 650mila euro. Calvano: “Un segno tangibile della Regione nei confronti della nostra comunità”

Gli aiuti vincolati alla sottoscrizione di un accordo che fissi tempi e azioni per il ripristino dell’equilibrio economico-finanziario. Prevista da parte della Regione un’attività di assistenza amministrativa
23/11/2022 13:36

Bologna – “Un segnale tangibile della Regione nei confronti della nostra comunità, una legge che vuole essere un aiuto concreto per contribuire alla stabilità finanziaria degli Enti locali della nostra regione, in particolare di fronte a situazioni di dissesto o predissesto”.

Così ha detto questa mattina nell’aula dell’Assemblea legislativa l’assessore al Bilancio, Paolo Calvano, presentando il progetto di legge della Giunta regionale che promuove la stabilità finanziaria degli Enti locali. Il provvedimento, che prevede un Fondo finanziato per il triennio 2022-2024 con 650mila euro e un’attività di assistenza e supporto amministrativo ai Comuni, è stato approvato dall’Assemblea.

“L’intervento nei confronti dei comuni sarà vincolato alla sottoscrizione di accordi che obbligheranno i comuni stessi ad atteggiamenti amministrativi virtuosi- ha spiegato l’assessore-. A ciò si aggiungeranno da parte della Regione attività di supporto e assistenza amministrativa per evitare un ulteriore aggravamento dei conti pubblici degli enti locali in difficoltà. Pur in un contesto amministrativo molto sano- ha concluso- abbiamo ritenuto giusto fare tutto il possibile per non lasciare nessuno indietro”.

 

Il Fondo e l’accordo di programma

I destinatari del Fondo sono i Comuni in situazione di pre-dissesto e che devono adottare misure correttive, ma anche le amministrazioni locali che si trovino in situazioni di squilibrio finanziario sulla base di indicatori definiti da una delibera regionale.

Gli Enti locali interessati potranno fare richiesta di partecipazione al Fondo tramite una manifestazione di interesse conseguente all’emanazione di un apposito bando regionale.

La concessione dei contributi sarà vincolata alla sottoscrizione di un accordo di programma con la Regione.

L’accordo fisserà le azioni e il cronoprogramma per il ripristino della situazione di equilibrio economico–finanziario, anche grazie a un supporto della Regione sul piano formativo e organizzativo.

 

Barbara Musiani

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/11/23 13:36:51 GMT+1 ultima modifica 2022-11-23T13:36:51+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina