Pari opportunità. Contrastare la violenza sulle donne: al via il primo corso per mediatrici e mediatori culturali, promosso dalla Regione in collaborazione con Anci Emilia-Romagna. Lori: “In alcune situazioni di particolare fragilità, è decisivo poter agire in fretta. Vogliamo offrire una formazione capace di cogliere le complessità”

Incontri in presenza e on line fino ad ottobre: 150 i partecipanti. Oggi il primo a Bologna presso la sede della Regione. Lezioni tenute da esperte e studiose dei Centri antiviolenza Nondasola Reggio Emilia, MondoDonna Bologna, Trama di terre Imola e da una rappresentante di Arca di Noè
05/04/2023 10:08

Bologna - Intercettare il prima possibile potenziali situazioni di emarginazione e discriminazione, in contesti che sono complessi, talvolta di fragilità, quali quelli di bambine, ragazze e donne migranti.

Parte oggi il primo corso in Emilia-Romagna sui temi della parità tra uomo e donna rivolto a mediatrici e mediatori culturali. Un’iniziativa frutto di un accordo tra Regione ed Anci Emilia-Romagna per fornire, a chi per lavoro è in contatto quotidiano con persone provenienti da contesti culturali diversi, gli strumenti per affrontare anche in funzione preventiva queste tematiche.

“La violenza sulle donne è un fenomeno drammaticamente in aumento- spiega l’assessora regionale alle Pari opportunità, Barbara Lori, che oggi è intervenuta a Bologna per aprire il corso -. Che investe tutte le classi sociali e le diverse culture. Ma non c’è dubbio che le donne provenienti da altre culture possano trovarsi in condizioni di maggiore difficoltà. Con questo corso vogliamo offrire alle mediatrici e ai mediatori culturali gli strumenti per capire e affrontare con efficacia e tempestività eventuali situazioni complesse, causa di disagio”. 

Rivolto a una platea di circa 150 operatori, il corso “La mediazione interculturale nel contrasto alla violenza di genere” è tenuto da esperte e studiose proveniente da tre Centri Antiviolenza della regione: Nondasola Reggio Emilia, MondoDonna Bologna, Trama di terre Imola e una rappresentante di Arca di Noè, una delle centrali cooperative che lavorano con mediatrici/mediatori.

Tra i temi che verranno affrontati: le diverse forme di discriminazione cui possono essere esposte le donne migranti e gli strumenti per entrare in relazione con vittime provenienti da diversi contesti culturali.

La prima lezione oggi a Bologna presso la Sala 20 Maggio della Regione (viale della Fiera, 8 - Terza Torre) a Bologna. Cinque gli incontri previsti - in presenza e on line - fino ad ottobre per 14 ore di corso, al termine delle quali verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Paola Fedriga

In allegato il programma del corso

Azioni sul documento

ultima modifica 2023-04-05T10:08:16+02:00
Questa pagina ti è stata utile?